Gli Amici di Joaquim Gomes tra i banchi di scuola

Un progetto per educare alla cultura della solidarietà e della donazione

Seminare oggi per raccogliere domani facendo emergere il senso di solidarietà di ogni essere umano per tradurlo in atti concreti e in particolare per finalizzarlo alla promozione di un progetto nel nord-est del Brasile: questo lo scopo dell’iniziativa destinata alle classi prime, seconde e terze della Scuola Media Gobetti di Rivoli, in provincia di Torino.

Immagini della Scuola Media Gobetti di Rivoli

Due giornate, nel mese di aprile 2010, interamente dedicate all’immedesimazione e al coinvolgimento attivo degli alunni nella realtà quotidiana di Joaquim Gomes comparata al cosiddetto stile “occidentale” di vita a cui siamo abituati.

Grazie all’attenzione degli insegnanti sul tema trattato e all’impegno dimostrato dai ragazzi, è stato possibile illustrare alcuni progetti svolti sul territorio a Joaquim Gomes, tra cui, in particolare il progetto Asili, i progetti Construindo o futuro e Fazendo a libertade, nonché il movimento dei Sem Terra.

Nel corso delle lezioni si è cercato, inoltre, attraverso la visione di immagini, video e tabelle, di illustrare le principali difficoltà a cui, costantemente, cerca di tener testa un bimbo o un adolescente di Joaquim Gomes. Non sono mancate tabelle riassuntive della geografia e della condizione economica e sociale odierna del Paese inserite in un contesto più generale di ricchezza e povertà mondiali e, soprattutto, descrizioni e sensazioni legate all’esperienza di vita dei volontari che ogni anno seguono il cammino della solidarietà insegnata e ispirata dalla gente di Joaquim Gomes.
Una delle scuole di Joaquim Gomes Conoscendo la realtà brasiliana nordestina e la realtà italiana, ti accorgi che i ragazzi sono uguali ovunque, hanno la stessa intelligenza, la stessa voglia di giocare e divertirsi, di ascoltare e di apprendere, le stesse capacità. Solo le possibilità li differenziano.

Ciò che per un ragazzo occidentale è scontato, come un libro o l’utilizzo del computer, magari non lo è in un’altra parte del mondo, poi nemmeno così distante.

Una classe di bambini brasiliani

Grandissima l’adesione delle classi coinvolte in particolare a sostegno del progetto Construindo o futuro per il quale, come spiega il vicepreside Vito Cicchelli, “in poco più di un mese i ragazzi e i loro insegnanti sono riusciti a raccogliere 1.060 euro”. Un traguardo davvero nobile e straordinario! Ma non basta.

I giorni immediatamente successivi all’intervento alla scuola Gobetti, “molti alunni hanno portato autonomamente borse cariche di materiale scolastico tra cui penne, pennarelli, quaderni e pastelli da spedire in Brasile”, dice la professoressa Candida Zambito, a riprova, allora, che educare le giovani generazioni alla solidarietà e alla scoperta del diverso, diventa una responsabilità condivisa, indispensabile affinché si possa riscoprire il sapore dolce del donare parte di sé, in nome dell’altruismo e dell’uguaglianza.

Valeria Camarda

L’Associazione Amici di Joaquim Gomes ringrazia tutto il personale della Scuola Media Statale Gobetti per aver reso possibile questa bella collaborazione.
Se siete insegnati e formatori che desiderano fare entrare in contatto i propri ragazzi con i temi della mondialità e della lotta alla povertà a livello globale, l’Associazione sarà lieta di concordare un intervento nelle scuole interessate.
Per informazioni è possibile scrivere una mail a info@amicojg.it.