La nostra storia

una copia dello Statuto associativo

Il “Gruppo di Solidarietà Internazionale”

La nostra associazione nasce come “Gruppo di Solidarietà Internazionale” della parrocchia San Francesco (Piossasco) intorno al 1990, con questi obiettivi:

  • promuovere nella comunità incontri di informazione e riflessione sulla mondialità;
  • avviare iniziative per il sostegno della missione di Joaquim Gomes, dove suor Daniela Elia, della congregazione di san Giuseppe di Pinerolo, stava avviando il primo progetto degli asili.

Nei primi anni è fondamentale, da parte di diverse famiglie di Piossasco, la scelta di garantire un’offerta mensile fissa e continuativa che ha consentito l’avvio dei tre asili e il successivo mantenimento.
La generosità di queste persone ha permesso e permette ancora oggi l’accoglienza giornaliera di circa 300 bambini a cui viene offerto un percorso di crescita, educazione, un luogo dove giocare ed un pasto sicuro ogni giorno.
Questo primo passo ha avviato le basi per la nascita di un forte legame tra la comunità di Piossasco e quella di Joaquim Gomes, legame che si è rafforzato sempre più con le moltissime adozioni a distanza e il sostegno dei vari progetti che nel tempo sono nati nella missione.

Il passaggio ad Associazione

In seguito all’esperienza fatta in Brasile da un gruppo di giovani volontari nell’estate del 2002 inizia il coinvolgimento di diversi ragazzi e la trasformazione del gruppo in Associazione, e dal 2004 in ONLUS. La scelta di diventare Associazione è dovuta non solo a ragioni burocratiche e fiscali, ma anche alla volontà di costituire un progetto solido e riconosciuto a tutti i livelli; gli obiettivi rimangono gli stessi ma confluiscono nello statuto associativo.

Gli orizzonti si allargano

Sotto il logo dell’Associazione si riuniscono quindi altri gruppi interessati ad aiutare il Brasile, allargando la collaborazione oltre i confini di Piossasco: dal 2008 il gruppo Piobesi per Cristinapolis è parte dell’Associazione Amici di Joaquim Gomes, mentre strette collaborazioni sono in atto con altre Associazioni, tra cui il gruppo Missioni Giovani di Buriasco e il Coordinamento Noi con il Mondo di Pinerolo.
Nel corso degli anni, l’Associazione è poi entrata in contatto con molti soggetti che si occupano di solidarietà e internazionalizzazione: tra essi, la Comunità Papa Giovanni, il Sermig e Terra Madre.
Nel 2013 un altro grande passaggio e il primo sostegno ufficiale a una realtà diversa dal Brasile: si tratta del Kenya, con un supporto agli asili di padre Patrick Mugambi, a Gatunga.

Le attività associative

Nel corso degli anni l’Associazione si è impegnata in attività di formazione nelle scuole e in gruppi di catechismo, nella raccolta di fondi per i progetti missionari, in attività ed eventi di sensibilizzazione per la popolazione italiana e nella preparazione dei volontari che desiderano vivere l’esperienza in Brasile.
I viaggi missionari in Brasile rimangono un punto fondamentale della vita associativa. Essi offrono infatti sia all’Associazione nella sua interezza che ai singoli un’opportunità unica di crescita, di condivisione e di testimonianza.
Nella preparazione al viaggio e durante la permanenza in missione si sperimenta infatti un profondo confronto, si ricercano le proprie motivazioni, si collabora e si condivide la chiamata alla missionarietà e alla testimonianza. I diversi aspetti dell’esperienza fanno crescere e rafforzano il desiderio di un impegno importante e continuativo, che rimane nel tempo anche una volta tornati in Italia.

Nel corso degli anni, tramite la nostra Associazione, più di 150 volontari sono stati nelle missioni in Brasile delle suore di san Giuseppe di Pinerolo e in Kenya, nelle parrocchie di Mbaranga e Gatunga. Attualmente circa 40 soci attivi, prevalentemente giovani, collaborano per portare avanti le varie attività che il gruppo svolge durante l’intero anno.