Progetto Sem Terra (progetto n. 4)

lavoratori rurali con bambini

Lottando per il diritto alla terra

Il Brasile è il Paese delle grandi contraddizioni, in cui la presenza di enormi ricchezze e risorse naturali convive con terribili ingiustizie e dove 34 milioni di poveri abitano terre fertili e immense, che non possono coltivare.

Il 2% della popolazione brasiliana (50.000 latifondisti e qualche società multinazionale) dispone del 60% delle terre coltivabili, mentre cinque milioni di famiglie sono condannate a lavorare come braccianti (e spesso in condizioni di schiavitù) per più di dieci ore al giorno, sette giorni alla settimana, con salari da fame. Solo il 32% dei brasiliani mangia a sufficienza e l’analfabetismo rurale supera il 40%. La povertà delle campagne ha spinto, negli ultimi trent’anni, più di trenta milioni di braccianti senza terra nelle città dove sopravvivono a stento nell’emarginazione e nella povertà.
Per il contadino, la terra rappresenta non solo la possibilitá di sopravvivenza, ma anche la garanzia di poter rimanere, con la sua famiglia, nel suo luogo d’origine, libero dall’oppressione del lavoro settimanale gratuito o del lavoro a giornata.

Sem Terra davanti a una baracca I sem terra (senza terra per l’appunto) sono persone nullatenenti che lottano per il diritto alla terra e l’applicazione della Riforma Agraria, sancita da numerose leggi, disattesa dal potere dei latifondisti locali che nell’intero Brasile possiedono circa 420 milioni di ettari su 600 di terra coltivabile. Le comunità di sem terra vivono accampate o insediate nei latifondi dichiarati incolti dallo Stato e che, in accordo con le leggi, dovrebbero essere ripartite tra coloro che fanno parte di quella schiera di 5 milioni di famiglie che in Brasile non possiede né casa né terra. Negli accampamenti le famiglie vivono in baracche costruite con nylon e bastoni di legno, coltivando piccoli appezzamenti di terra (il cui prodotto è appena sufficiente per l’autosostentamento), sopportando la violenza delle milizie che operano per conto dei latifondisti. Tutto questo in attesa dell’assegnazione della terra che nel migliore dei casi avviene, ma dopo anni di attesa.

Ragazze con secchi d'acqua sulla testaL’aiuto alle famiglie senza terra accampate nella zona circostante Joaquim Gomes è una delle attività della Missione. Il sostegno fornito dalle suore è da una parte pratico (distribuzione di materiale e di alimenti), dall’altra ideologico e spirituale (adesione alla lotta per il diritto alla terra, partecipazione a iniziative e manifestazioni organizzate dalle comunità). La missione e l’Associazione collaborano sul campo e dall’Italia con la Commissão Pastoral da Terra – CPT (Commissione Pastorale della Terra). La CPT è nata nel 1975, le principali linee di azione, oltre al sostegno della lotta per la terra e l’offerta di assistenza logistica (alimentazione, assistenza medica), riguardano la formazione e l’informazione, educando all’associazionismo e cooperativismo, promuovendo studi e dibattiti per i lavoratori e gli operatori.

Lavoratore rurale Sem Terra con maglia verdeUn’altra attività della CPT è la promozione di eventi pubblici a favore della realizzazione della Riforma Agraria nelle diverse aree rurali: una di queste é l’organizzazione annuale delle Romarias da Terra. Le Romarias sono pellegrinaggi, organizzati nelle singole diocesi, a cui partecipano contadini senza terra e coloro che solidarizzano con la loro causa. Il momento principale è una lunga camminata durante la notte attraversando le zone in cui sono presenti accampamenti di sem terra, manifestando la propria solidarietà, rafforzando le proprie motivazioni, chiedendo giustizia e diritti.

Il possesso della terra è l’unica prospettiva di miglioramento economico e sociale della popolazione rurale brasiliana, nonché l’unica via per il raggiungimento di indipendenza dall’oppressione creata dal sistema del latifondo. E’ per questo motivo che si dà importanza al sostegno dell’attività della Missione nella promozione culturale e umana all’interno delle comunità SEM TERRA.

Galleria Fotografica Progetto Sem Terra

Vuoi finanziare questo progetto?
Vai all’elenco dei progetti internazionali